top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreBiella Master

Fine percorso dei Masterini

Aggiornamento: 16 feb 2023




Con le esperienze estive all’estero e l’ultima parte della formazione in Italia, culminata nel “field project”, che ciascuno ha condotto in una differente azienda (Dina Carlino, Ufficio Ricerca e Sviluppo Prodotto presso Yamamay di Gallarate; Arianna Galleran, Ricerca Tessuti Donna presso Loro Piana; Elisa Valle, Attività Commerciale presso il Gruppo Drago; Edoardo Verani, Ufficio Acquisto Materie Prime presso Loro Pia- na), si è concluso a fine anno il percorso formativo dei quattro masterini della XXXI edizione. Per quanto riguarda i viaggi all’estero, sono andati insieme in Au-

stralia, Nuova Zelanda e Regno Unito, mentre si sono poi divisi per un’esperienza autonoma negli Stati Uniti, negli Emirati Arabi e in Francia.

Piena soddisfazione emerge dalle parole con cui provano a riassumere un’esperienza ricca e molto articolata.

“In quest’ultima parte del Master – commenta Edoardo Verani – sono stato nel Regno Unito e da Loro Piana. Molto interessante e affascinante è stata l’esperienza in Australia e Nuova Zelanda, dove siamo entrati in contatto con il mondo delle fattorie in cui si al- levano le pecore che producono la

pregiata lana merinos. Sono molto soddisfatto di questa esperienza al Biella Master, che è andata oltre le mie aspettative. Ho apprezato moltissimo l’aspetto umano, ovvero la possibilità del confronto diretto con le persone che a tutto questo lavorano, dall’amministratore delegato all’operaio”. Arianna Galleran commenta in particolare l’esperienza fatta a Napoli e quella in Francia: “A Napoli è stata un’immersione nel mondo sartoriale di altissimo livello di Cesare Attolini, dove i processi artigianali della confezione vengono portati a un livello industriale, ma senza smarrire la cura e l’attenzione che si dedica ad ogni passaggio della lavorazione e al lavoratore stesso. Bellissima è stata anche l’esperienza a Parigi, da Loro Piana, dove ho avuto occasione di spiegare a una clientela di alto livello, tutto ciò che sta alla base delle qualità del prodotto. Sono stati 13 mesi bellissimi e sono finiti troppo presto”.

“I viaggi sono affascinanti per definizione – aggiunge Dina Carlino – e per un creativo sono sempre fonte di grande ispirazione. Ricordo in modo particolare l’esperienza a New York, dove ho seguito un approfondimento sul marketing e sul posizionamento dei negozi in base alle vie della città. Da Isaia a Napoli mi ha colpito la lavorazione del capospalla, attraverso un processo di vera e propria creazione che prevede oltre 200 fasi. Il Master è stato un meraviglioso viaggio, metaforico e reale, che mi ha permesso di sperimentare la realtà lavorativa e di capire che questo è il mondo in cui voglio lavorare”.

“Tutti gli stage sono stati molto interessanti – conclude Elisa Val- le – anche quelli sugli accessori e sulla lavorazione della pelle. Sorprendente ed emozionante l’esperienza in Nuova Zelanda, nelle fattorie della Woolmark, dove ci sono stati spiegati i diversi metodi di allevamento e il criterio di classificazione della lana. Questo Master è stato un percorso formativo ricchissimo. Lo rifarei subito da capo, perché mi rendo conto che c’è ancora molto da scoprire”.

80 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page