Cerca
  • Biella Master

Intervista a Giovanni Vietti - Presidente Lauretana e Presidente Uib


Da alcuni anni la sua prestigiosa azienda Lauretana dimostra sensibilità e atten- zione nei confronti del Biella Master delle Fibre Nobili. Quali sono i motivi che l’hanno spinta a sostenere questo programma di formazione nel settore tessile-abbigliamento? “In Lauretana, azienda intrinsecamente legata al benessere e alla natura, sentiamo forti responsabilità e vogliamo impegnarci ogni giorno per migliorare il nostro territorio e il Pianeta. Credo fermamente nel ruolo sociale della nostra azienda, che si traduce anche nel sostegno al Biellese e al settore che più lo caratterizza. Per questa ragione, mettendo al centro l’opportunità di alta formazione offerta agli studenti che intraprendono il percorso del Master, abbiamo deciso di supportare l’iniziativa”.

Quali sono secondo il suo giudizio i punti di forza di questo Master che, nato dall’intuizione di illuminati imprenditori biellesi, compie quest’anno il 35 anno di età ed è divenuto negli anni sempre più internazionale, coinvolgendo nel suo programma di formazione aziende del tessile-abbigliamento a livello mondiale? “Ciò che ha caratterizzato il Master sin dalla sua nascita e che continua ad essere il suo principale punto di forza è indubbiamente la vocazione internazionale. In un mercato globalizzato, formare nuove leve che abbiano una visione ad ampio raggio del settore e dei cambiamenti che sta subendo è certamente un aspetto da preservare e valorizzare. La vera sfida, ora, è saper cogliere questi cambiamenti e inserirli all’interno del programma di formazione”.


Giovanni Piacenza, alla nascita del Master, supportò con mezzi finanziari e personale della Uib, di cui era Presidente, il suo avviamento. In questo periodo così difficile per tutti, Lei, attuale Presidente della stessa Associazione, ha particolari suggerimenti da offrire al Consiglio della Fondazione che organizza i corsi di Master?

“Il tessile, come tutti i settori, negli ultimi anni ha subito delle trasformazioni. Cambiamenti che derivano da un nuovo approccio dei consumatori al prodotto, dalla necessità di essere competitivi anche dal punto di vista gestionale ed organizzativo, da una crescente attenzione in generale alla Responsabilità Sociale di Impresa. Ritengo quindi che la vera sfida del Master sarà riuscire a guidare i propri studenti in questo cambiamento, tramite un continuo aggiornamento dei docenti e dei programmi formativi ai nuovi paradigmi della manifattura che possiamo riassumere con le parole chiave digitalizzazione e sostenibilità”.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti