top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreBiella Master

Intervista con i Masterini della XXXII edizione del BIELLA MASTER




Abbiamo incontrato i Masterini dopo la pausa estiva, non per parlare di vacanze ma per raccogliere giudizi e impressioni sulle cinque settimane trascorse all’estero - per completare il ciclo di formazione previsto dal piano di studio. Due settimane in Nuova Zelanda, nelle farms della famiglia Botto Poala di Successori Reda; una settimana in  Australia, a Sydney, per lo stage organizzato  in collaborazione con Woolmark Italy e Australian Wool Innovation e due settimane negli Stati Uniti, a New York - dove Ilaria Pennacchini ha approfondito le dinamiche del  retail nella storica boutique di Cesare Attolini; Asya Locche e Matteo De Giambattista hanno fatto parte del team Loro Piana negli uffici sulla 5th Avenue e Jehona Lutfija e Giulia Masciangelo sono state ospiti di Zegna per approfondire le strategie di vendita della Maison. E non è finita, perché nel mese di Ottobre sono previsti due giorni nel Regno Unito (22-24 Ottobre) presso John Smedley, nel Derbyshire – un’azienda a conduzione famigliare - since 1784 -, ora gestita dall’ottava generazione della famiglia Smedley.


Il Field Project (il progetto finale, della durata di tre mesi) sarà l’ultimo impegno in azienda al quale gli studenti parteciperanno prima della conclusione del Master. Matteo, a Milano, si occuperà di acquisti e selezione materie prime da Sease, il marchio casualwear unisex fondato nel 2018 dai fratelli Franco e Giacomo Loro Piana; Asya andrà nell’Ufficio Sviluppo di Vimar 1991, Gruppo Chanel, un’eccellenza nel mondo dei filati fantasia, con sede a Carisio; Jehona si inserirà nell’Area Project Manager della Carnet Divisione di Ratti, a Como; Giulia si trasferirà nell’Ufficio Sviluppo Prodotto di Zegna, a Milano e Ilaria, in collaborazione con The Woolmark Company, si dedicherà a Prato alla Ricerca e alla Sostenibilità presso Riccardo Rami Studio, uno studio che si occupa del tessile, della moda e del Design Graphic a livello internazionale. Su invito del Gruppo Schneider, gli studenti presenzieranno, infine, ad un Convegno sulla Sostenibilità, organizzato dal 25 al 29 Settembre, a Città Studi, da NFC (Natural Fibre Connect) - un’alleanza tra le principali organizzazioni di alpaca, cashmere, mohair e lana.


Ascoltare dalla loro viva voce le emozioni e l’entusiasmo con il quale raccontano le esperienze acquisite, in poche settimane, negli Stati Uniti, in  Australia e  in Nuova Zelanda, ci permettono di valutare appieno le potenzialità del Master, giunto alla XXXIII edizione (inaugurazione 6  Novembre p.v., a Città Studi) e a comprendere l’interesse che l’iniziativa ha suscitato, caratterizzata dal  numero delle pre-iscrizioni e dall’importanza, a livello internazionale, dei brand che la sostengono.

Lo spirito con il quale hanno affrontato le trasferte e le positive impressioni che ne hanno ricavato, in contesti molto diversi da quelli abituali, lo esprimono attraverso giudizi estremamente lusinghieri. Immergersi nella vita frenetica della Grande Mela, conoscere da vicino i marchi del lusso, analizzare le problematiche delle vendite e i rapporti con la clientela, partecipare a esclusive fiere di settore, assistere alle aste e vedere i ritmi incalzanti con cui vengono “battuti” i vari lotti di lana in Australia e scoprire gli immensi allevamenti della Nuova Zelanda, dove pascolano 30 milioni di ovini a fronte di poco più di 5 milioni di persone, sono stati momenti di grande emotività e di enorme arricchimento umano e professionale.

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page